martedì 19 febbraio 2013

Racchette Babolat AeroPro 2013

Per chi ama il gioco potente da fondo campo con colpi carichi di spin, ecco la linea AeroPro della Babolat. La Babolat AeroPro è la racchetta che utilizza la tecnologia Gt, basata su un nuovo materiale costituito da fibre di graffite intrecciate a filamenti di tungsteno. Questa combinazione di elementi è stata inserita nei punti a ore 6 e a ore 9 per garantire una maggior resistenza del telaio limitandone la torsione. Il risultato è un controllo totale dei colpi. Confermata anche quest'anno la tecnologia Woofer, un brevetto esclusivo di Babolat che rende interattivi telaio e corde al momento dell’impatto sulla palla, aumentando il tempo di contatto del 25% per un maggiore controllo e un comfort elevato. L’Aero modular technology sfrutta la aerodinamicità del telaio per ottimizzare la penetrazione in aria e aumentare la potenza dei colpi e garantire gesti più rapidi.
Novità di quest’anno è il sistema  Cortex Active Technology, che insieme al manico costruito in monoscocca costituisce una barriera ancora più efficace contro le vibrazioni nocive.
Il modello AeroPro Drive GT, punta di diamante della linea AeroPro, è la racchetta che utilizzerà nel 2013 il campione Rafael Nadal. A livello grafico sono state inserite alcune sfumature di bianco per una migliore luminosità del telaio. Ovale da 100 pollici e schema incordatura 16x9 assicurano l’uscita rapida della palla come piace ai picchiatori da fondo che amano le rotazioni.
Il modello Gt Plus, più lungo di 0,5 pollici (1,5 centimetri), aumenta ulteriormente la potenza dei colpi, ma rende l’attrezzo un poco meno maneggevole. La AeroPro Lite, invece, è il modello più leggero fra tutte le AeroPro, ideale per le tenniste donne o i giovanissimi in fase di crescita. Grande maneggevolezza e stabilità al momento dell’impatto, pur mantenendo un’ottima spinta da fondo e il controllo totale dei colpi spin. Potenza, maneggevolezza e controllo caratterizzano anche il modello Team, consigliato soprattutto per i tennisti che amano il gioco potente ma non desiderano compromettere le articolazioni giocando svariate ore al giorno, come i talenti in crescita.

Babolat AeroPro Drive Gt           
Head size: 100’’
Peso: 300 grammi
Lunghezza: 27’’
Bilanciamento: 320 millimetri
Profilo: 23-26-22 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 25-28 kg.
Corde consigliate: Babolat Rpm Blast

Babolat AeroProDrive Gt Plus
Head size: 100’
Peso: 300 grammi
Lunghezza: 27.5’’
Bilanciamento: 320 millimetri
Profilo: 23-26-22 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 25-28 kg.
Corde consigliate: Babolat Rpm Blast

Babolat AeroPro Lite Gt
Head size: 100’’
Peso: 260 grammi
Lunghezza: 27’’
Bilanciamento: 340 millimetri
Profilo: 23-26-22 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 25-28 kg.
Corde consigliate: Babolat Rpm Blast

Babolat AeroPro Team Gt
Head size: 100’’
Peso: 280 grammi
Lunghezza: 27’’
Bilanciamento: 330 millimetri
Profilo: 23-26-22 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 25-28 kg.
Corde consigliate: Babolat Rpm Blast

martedì 5 febbraio 2013

Tennis: dieci cose importanti da imparare prima di allenare i colpi

È appena iniziato l’anno e i giocatori si stanno tutti preparando per la prossima stagione agonistica. Per partire con il piede giusto, il nostro affezionato Maestro Aldo Mei ci fa avere questo “decalogo” per l’anno 2013, ovvero alcune considerazioni su cui ogni giocatore dovrebbe fare una riflessione.

Prima di colpire, il giocatore deve chiedersi alcune cose, perché, contrariamente a quanto si pensa, lo studio del colpo non è la cosa più importante, ma è solo il risultato finale di queste considerazioni.
Sono le risposte a queste domande che portano allo studio del colpo più adeguato.
  1. Il posizionamento in campo rispetto all’avversario
  2. La simultaneità dell’inizio
  3. La continuità e il timing
  4. Il colpo come percossa
  5. I muscoli controllano
  6. Il tennis è un counter mentale (codice binario)
  7. La sensibilità sulle corde
  8. Il colpo vincente, di diritto o di rovescio, non è mai un colpo solo, ma è la conseguenza di uno o più colpi precedenti. Il colpo perdente è un colpo solo.
  9. La strategia è fare solo quello che le circostanze permettono di fare.
  10. La risposta al servizio è il colpo più importante di oggi.

Se volete chiarimenti, ponete pure i vostri quesiti nel modulo “commenti” in fondo all’articolo.