giovedì 19 novembre 2015

Il tennis e l’orologio/2

Oggi illustriamo il riferimento dell’orologio applicato alla sfericità della pallina. In questo modo possiamo facilmente identificare gli effetti e le rotazioni di cui si è parlato ampiamente in precedenza (vedi). A seconda del modo in cui la racchetta impatta la pallina si producono infatti effetti diversi, sia in termini di rotazione che di direzione.
Posizionando le ore dell’orologio sulla pallina, si possono individuare due piani: quello verticale, che va dalle 12 alle 6 e viceversa; e quello orizzontale, che va dalle 3 alle 9 e viceversa. Nei orari di mezzo troveranno posti i due piani obliqui.


Il piano verticale entra in gioco nell’effetto topspin e lift. Nel topspin la racchetta impatta la palla posteriormente e dal basso: la palla gira in avanti sul piano verticale e dopo il rimbalzo si alza. Nel lift si ha lo stesso tipo di effetto, ma ancora più accentuato perché la palla viene impattata ancora più dal basso verso il dietro, in prossimità delle ore 6.
Rotazione topspin di diritto e rovescio e nel servizio lift

Nelle rotazioni underspin, invece, la palla gira indietro sul piano verticale. Nel backspin, le corde impattano la palla posteriormente e dopo il rimbalzo la palla si abbassa. Il chop accentua maggiormente il giro all’indietro della palla: la racchetta sfrega la palla da dietro verso in basso, più vicino alle ore 6. Dopo il rimbalzo la palla rallenta e torna indietro.

Rotazione per backspin di diritto
e rovescio lungolinea
Rotazione per il chop
e il diritto backspin incociato

















Per il servizio, nell’effetto slice la palla gira in avanti sul piano orizzontale: la racchetta compie un movimento dall’esterno in avanti. Mentre per il kick la palla gira in avanti sul piano verticale, come nel rovescio in top o in lift. Il servizio twist la girare la palla indietro sul piano orizzontale. Bisogna colpire all’interno, dall’alto verso il basso. Il piano di rotazione varia verso i piani obliqui a seconda dell’impugnatura, della direzione che si vuole dare alla palla e all’inclinazione del piatto corde.

Rotazione per il servizio slice
da destra a sinistra

Rotazione per il servizio kick
e per il rovescio topspin incrociato

lunedì 5 ottobre 2015

La smorzata, un colpo vincente

Si può eseguire con entrambi i fondamentali, ma è più frequente quella di rovescio, ben mascherata dal movimento di back. È un colpo che viene poco allenato e quindi utilizzato molto meno degli altri. Eppure il drop shot, se eseguito bene, risulta vincente, soprattutto sulle superfici lente come la terra rossa.
Fra i campioni che usano spesso questo colpo possiamo citare alcuni “numeri uno” del calibro di Novak Djokovic e Roger Federer, ma ne fa un buon uso anche Ernests Gulbis.
Per eseguire bene questo colpo, è necessario mettersi in testa che la smorzata è un colpo offensivo. Viceversa, se giocata in condizioni di difesa, rischia di farci perdere il punto.
La palla corta risulta maggiormente facile in fase di esecuzione e altrettanto maggiormente efficace se giocata con i piedi dentro al campo: più si è vicini alla rete, più facile sarà eseguire il colpo ed eseguirlo con maggiore precisione. Con meno strada dovrà fare la palla (e quindi con meno tempo cadrà nel campo avversario) minore saranno i secondi che avrà a disposizione l’avversario per raggiungere la palla. Soprattutto se, appunto, il drop shot arriva a seguito di una giocata in attacco, con l’avversario costretto ad arretrare fuori dal campo o spiazzato lateralmente.
Obiettivo principale della smorzata è portare il punto diretto. In seconda istanza quello di stancare l’avversario, fargli giocare un colpo in difficoltà e in equilibrio precario in una zona di campo difficile da difendere, per ottenere il punto sul colpo seguente.
La smorzata è un colpo che sorprende, rompe il ritmo di gioco e costringe l’avversario a rete.
Non è necessario rischiare troppo per cercare di fare una smorzata troppo corta: è molto meglio contare sul fattore sorpresa per togliere tempo all’avversario e costringerlo a partire tardi. Per essere efficace e non troppo rischiosa, occorre trovare la giusta altezza rispetto alla rete: se cade troppo bassa significa che abbiamo eseguito un colpo troppo rischioso; viceversa, se cade troppo alta significa che stiamo concedendo troppo tempo all’avversario.
Una volta che cade a terra, la pallina deve rallentare e non proseguire la corsa verso il nostro avversario.
L’esecuzione della smorzata presuppone il cambio dell’impugnatura, che per il rovescio risulta poco visibile, quindi facile a sorprendere l’avversario.
Normalmente l’esecuzione della smorzata avviene in questo modo.
  1. Si cerca la palla e ci si prepara come per seguire un normale diritto (o rovescio) in top spin.
  2. Si mantiene l’impugnatura del fondamentale durante la preparazione, quando la racchetta è alta e indietro.
  3. Poi si cambia l’impugnatura per portarla alla continental, quella con cui deve essere eseguito il drop shot (nel rovescio a due mani sarà la destra a posizionarsi sulla continental).
  4. L’impatto con la palla avverrà davanti al corpo, mentre la palla sale.
  5. Il finale del colpo andrà bloccato nella direzione in cui si gioca la smorzata.

L'analisi della smorzata di Roger Federer

lunedì 27 luglio 2015

Sony smart tennis sensor, l'accessorio che analizza le tue performances

A chi ama analizzare le proprie partite o gli allenamenti per migliorare i propri copi, Sony dedica un nuovo sensore che, a parità di dimensioni ridottissime, dimostra di essere un concentrato di funzioni.
Così piccolo da poter essere montato nella parte inferiore del manico, togliendo con l'accessorio apposito in dotazione il tappo con il logo alla base dell'impugnatura (verificate la compatibilità della vostra racchetta), Sony smart tennis sensor risulta invisibile e non disturba neppure coloro che hanno un'impugnatura molto bassa.
Pochi secondi per inserirlo e pochi per configurarlo: Sony smart tennis sensor, infatti, funziona tramite blutooth alla app disponibile per iOS e Android.
Ogni dato relativo al vostro gioco sarà così registrato e visualizzato in tempo reale attraverso lo schermo dello smartphone o in altri momenti.
Veramente incredibili i dati registrai dal sensore:
  • battute totali
  • calorie consumate
  • tempo complessivo di gioco
  • tipo di tiro
  • velocità dello swing
  • velocità della palla
  • rotazione della palla
  • valore massimo e medio in km
  • punto di impatto della palla sul piatto corde della racchetta

Il corpo compatto dello Smart Tennis Sensor include due diversi sensori: quello a 3 assi rileva il movimento della racchetta nello spazio tridimensionale, mentre quello delle vibrazioni acquisisce i dati relativi a forza e punto di impatto sulla racchetta analizzando la vibrazione. 


Combinando le informazioni registrate da questi due sensori, è possibile determinare il tipo di movimento e la velocità dello swing, la velocità e l'effetto della pallina, il punto di impatto e altri dati, per ogni colpo di racchetta.
In modalità Live ogni dato rilevato viene riprodotto simultaneamente con un video. In questo modo, sia durante il match, sia a fine partita, potete vedere le vostre performances, e, grazie alla funzione slow motion, potete verificare l'esatta esecuzione dei colpi ed eventualmente migliorare la vostra tecnica. 
La funzione Motion shot permette di scomporre ogni tiro in una sequenza di foto generata da una battuta selezionata dal video. La sequenza di foto può essere salvata con i relativi dati del tiro.
Per gli amanti delle statistiche ecco la modalità Panoramica, una sintesi matematica della vostra partita: i grafici vi aiuteranno a capire i dati relativi a ogni tiro, identificare i vari tipi di tiro e quale colpo avete usato di più in quella particolare frazione di gioco.
La Carta dei progressi vi consentirà, infine, di tenere traccia dei miglioramenti e fissare obiettivi specifici per ogni tipo di colpo.


Tutti i risultati potranno essere condivisi con gli amici tramite Facebook.
E se non volete portare lo smartphone in campo nessun problema, la app lavora anche con gli smartwatch: i dati verranno riportati nel quadrante.
Il sensore è anche in grado di funzionare da solo: registra fino a 12 mila colpi nella memoria interna che possono poi essere scaricati nella app in un secondo momento.
Sony Smart tennis sensor è approvato dall'Itf.



Specifiche:
Il dispositivo è compatibile con racchette Wilson, Head, Prince e Yonex (tappo-adattatore per racchette Wilson non direttamente compatibili con il sensore disponibili su richiesta).
Per controllare la compatibilità cliccare su questo link
Dotato di due anelli uno per inserirlo su racchette Head e l'altro per gli altri marchi. Applicazione scaricabile da App Store e Google Play Store: Smart Tennis Sensor. Waterproof: standard di protezione equivalente a JIS/IEC livello 5 (IPX5). Protezione dalla polvere: standard di protezione equivalente a JIS/IEC livello 6 (IP6X). Memoria con capacità sufficiente a circa 12.000 colpi. Tempo di ricarica circa 120 minuti. Tempo di utilizzo continuo circa 180 minuti (senza Bluetooth), circa 90 minuti con una media di 500 colpi/movimenti in 60 minuti (con Bluetooth). Diametro: 31,3 mm, altezza: 17,6 mm. Peso: circa 8 grammi. Costo: euro 199,00.

lunedì 15 giugno 2015

Rovescio a una mano o bimane? La differenza è negli appoggi

Il tennis moderno sembra essersi orientato decisamente verso il rovescio a due mani, per la sua maggiore facilità di apprendimento.
Ma che il rovescio sia a due mani o a una sola è fondamentale allenare il controllo delle sequenze cinetiche per mantenere in maniera corretta i piedi a terra.
Il coach internazionale Gianluca Carbone ha illustrato a suo tempo su “Tennis italiano” il metodo spagnolo di allenamento del rovescio, dal quale si evince che risultano fondamentali gli appoggi dei piedi.
Il motivo per cui il rovescio a due mani risulta più facile da imparare sta nel fatto che questo tipo di impostazione limita i movimenti a livello articolare, quindi ha minore possibilità di interpretazioni e di conseguenza di errore.
Il braccio non dominante aiuterebbe il piede posteriore nella fase dl piazzamento, rendendola più naturale. Una posizione corretta dei piedi risulta fondamentale poi per il trasferimento del peso del corpo nel momento dell’impatto. La maggior naturalezza dell’appoggio del piede posteriore dipende dal fatto che avviene nello stesso lato del braccio non dominante, quindi il controllo braccio non dominante-piede posteriore coinvolge lo stesso emisfero cerebrale. Facendo un esempio pratico, per un giocatore destro risulta più semplice portare la racchetta indietro con il braccio sinistro cercando l’appoggio dapprima con il piede sinistro, per ultimo il destro. È la stessa preparazione del diritto, ma speculare. Se la coordinazione nella ricerca dell’equilibrio risulta più facile e il movimento più corto, ci sono maggiori possibilità di ottenere un timing migliore sulla palla.
Nel rovescio a una mano abbiamo invece una maggiore escursione articolare, soprattutto del polso. Per questo motivo, se da una parte l’impostazione consente più soluzioni, dall’altra è più facile incorrere in errore. La fase di apprendimento richiede quindi più tempo per scoprire tutti i vari movimenti e acquisirne il controllo. Per quanto riguarda l’appoggio posteriore, questo risulta più innaturale in relazione al braccio dominante. Visto che è più naturale cercare il piazzamento portando il peso del corpo direttamente sulla gamba anteriore, il piede posteriore dovrà cercarsi l’appoggio in modo indipendente. Con la presa a una mano è fondamentale anche imparare a completare le spinte con la rotazione del busto. Colpire in ritardo la palla perdona molto poco, a meno di riuscire a compensare ruotando l’impugnatura verso la western e accentuando il movimento finale verso l’alto. Anche il timing sulla palla risulta più complesso. Di contro, si avranno maggiori facilitazioni durante la corsa.
L’insegnamento del rovescio, sia a una mano sia bimane, può venire integrato con esercizi specifici sugli appoggi, in modo da favorire le sequenze cinetiche di rotazione dei piedi, delle anche e delle spalle, migliorando il controllo delle sequenze relative al lato non dominante. Le impugnature consigliate in fase di apprendimento sono la eastern di rovescio per il rovescio a una mano. Per la presa bimane è preferibile una continental per la mano non doiminante e una eastern di rovescio per la dominante.
Gli esercizi dovranno essere mirati al miglioramento di tutte le fasi del colpo:
  • piazzamento
  • trasferimento del peso del corpo
  • posizione durante l’impatto
  • finale del colpo
  • timing


L’analisi del rovescio a due mani di Novak Djokovic 

martedì 28 aprile 2015

Racchette Wilson Blx e All Round 2015

Wilson Three Blx 113
Wilson Three Blx è attualmente la racchetta oversize più comoda in circolazione.
La scelta perfetta per quei giocatori che cercano il giusto equilibrio tra potenza e comfort, anche grazie alla tecnologia Triad, il sistema che separa il piatto e l'impugnatura con Iso-Zorb, per offrirti un ottimo assorbimento degli urti per un comfort eccellente.
La tecnologia Wilson BLX, che prevede l’inserimento di fibre di basalto, nuovi grommets ed un nuovo grip, aggiunge comfort ad un telaio già testato ed apprezzato in tutto il mondo.
Mentre il sistema Amplifeel 360 dona un impatto pulito senza vibrazioni, aumenta il feel e offre una potenza maggiore.
Grazie alle generose dimensioni dell'ovale spinge la palla in modo impressionante senza stancare minimamente il braccio, anche per chi non possiede un movimento ampio e veloce.
Head size: 113”
Peso: 258 grammi
Lunghezza: 26-29-28
Bilanciamento: 360 millimetri
Profilo: 27.5 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 23-27 kg
Corde consigliate: potenza: Nxt Power; controllo: Nxt; Feel: Hybrids

Wilson Five Lite 103
La nuova Wilson Five Lite 103 è facile da maneggiare grazie al suo peso esiguo di soli 249 grammi.
La scelta perfetta per quei giocatori che cercano il giusto equilibrio tra potenza e comfort, l'ovale di 103 pollici e lo schema corde 16x20 spingono la palla in modo straordinario, grazie alla tecnologia Triad, il sistema che separa il piatto e l'impugnatura con Iso-Zorb, per offrirti un ottimo assorbimento degli urti per un comfort eccellente.
Il sistema Double Holes nei grommets invece, consente grazie ai fori più grandi un maggiore movimento delle corde, quindi una maggiore superficie di impatto, a favore di un comfort più alto rispetto ai classici grommets.
Consigliata a chiunque desideri il massimo risultato con il minimo sforzo.
Head size: 103”
Peso: 249 grammi
Lunghezza: 25.4
Bilanciamento: 355 millimetri
Profilo: 27.25 millimetri
Schema corde: 16x20
Tensione consigliata: 23-27 kg
Corde consigliate: potenza: Nxt Power; controllo: Nxt; feel: Hybrids

Wilson Federer Tour 105
La nuova Wilson Federer Tour 105 è una racchetta ultraleggera con un ampio sweet spot.
Dona un feel incredibile con la giusta dose di potenza supplementare per compensare i colpi decentrati.
Ideale per giocatori principianti e intermedi che cercano un attrezzo valido sotto ogni aspetto.
Grazie al suo peso leggero, è estremamente maneggevole, agevolando così la potenza nei colpi e gli effetti.
L’ampio piatto corde da 105 pollici garantisce uno sweet spot allargato per una potenza maggiore mentre il grip perforato aiuta a regolare il sudore per maggior comfort.
Head size: 105”
Peso: 262 grammi
Lunghezza: 25.5
Bilanciamento: 340 millimetri
Profilo: 27.25 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 23-27 kg

Wilson Federer 100
Costruita con la tecnologia Flat Frame Geometry lungo il piatto corde, la Wilson Federer 100 offre potenza e prestazioni. L'ovale di medie dimensioni offre un controllo maggiore e una migliore sensazione, mentre il grip perforato aggiunge comfort.
Questa racchetta può essere destinata a giocatori occasionali, o a chi si approccia per le prime volte al tennis.
Head size: 100”
Peso: 290 grammi
Lunghezza: 22
Bilanciamento: 340 millimetri
Profilo: 27 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 21-25 kg

giovedì 2 aprile 2015

Racchette Babolat Pure Drive 2015

Babolat Pure Drive
Dal lancio della prima Pure Drive, il gioco si è evoluto e Babolat non ha mai smesso di innovare e di proporre nuovi materiali e tecnologie, al fine di sviluppare prodotti dalle alte prestazioni in grado di rispondere alle esigenze dei giocatori.
Con la nuova Babolat Pure Drive 2015 la potenza è dominata! Grazie all'ultima innovativa tecnologia Frame String Interaction (FSI), un nuovo schema di incordature più ristretto, associato ad un sistema Woofer ottimizzato, permette un migliore controllo ad ogni colpo.
Il giocatore così può controllare al meglio una maggiore profondità di palla e la potenza.
Anche il look è stato rinnovato, arrichitasi di un tocco di bianco che le dona più luce ed eleganza.
Resta immutata la sezione elittica del telaio che offre resistenza alla torsione e alla flessione per una potenza ottimizzata.
L'upgrade del sistema Cortex, filtra fin dal manico tutte le vibrazioni dannose rendendo unica la sensazione di fluidità dei colpi.
Indicata per giocatori che cercano l'equilibrio perfetto tra potenza e controllo.
Head size: 100”
Peso: 300 grammi
Lunghezza: 27
Bilanciamento: 320 millimetri
Profilo: 23-26-23 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 23-27 kg
Corde consigliate: Xcel/Rpm Blast

Babolat Pure Drive Plus
Dal lancio della prima Pure Drive, il gioco si è evoluto e Babolat non ha mai smesso di innovare e di proporre nuovi materiali e tecnologie, al fine di sviluppare prodotti dalle alte prestazioni in grado di rispondere alle esigenze dei giocatori.
Con la nuova Babolat Pure Drive Plus 2015 la potenza è dominata! Grazie all'ultima innovativa tecnologia Frame String Interaction (FSI), un nuovo schema di incordature più ristretto, associato ad un sistema Woofer ottimizzato, permette un migliore controllo ad ogni colpo. Il giocatore così può controllare al meglio una maggiore profondità di palla e la potenza.
Anche il look è stato rinnovato, arrichitasi di un tocco di bianco che le dona più luce ed eleganza.
Resta immutata la sezione elittica del telaio che offre resistenza alla torsione e alla flessione per una potenza ottimizzata.
L'upgrade del sistema Cortex, filtra fin dal manico tutte le vibrazioni dannose rendendo unica la sensazione di fluidità dei colpi.
La Versione Plus è più lunga circa 1,5 cm, ciò genera una maggiore leva che garantisce colpi più potenti. Di contro si ha una minima perdità di maneggevolezza, che si riesce bene a controllare dopo un breve periodo di utilizzo della racchetta.
Indicata per giocatori che cercano l'equilibrio perfetto tra potenza e controllo.
Head size: 100”
Peso: 300 grammi
Lunghezza: 27.6
Bilanciamento: 320 millimetri
Profilo: 23-26-23 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 23-27 kg
Corde consigliate: Xcel/Rpm Blast

Babolat Pure Drive Lite
Con il suo nuovo peso di 270 grammi, la Pure Drive Lite 2015 permette ai giocatori di godersi il loro gioco battendo i loro colpi con grande facilità.
Dotata dell'ultima innovativa tecnologia FSI (Frame String Interaction), concepita partendo dal nuovo punto d'impatto ridefinito da Babolat grazie ai dati raccolti nel corso dei test effettuati con giocatori che hanno utilizzato la Babolat Play evidenziando una zona d'impatto leggermente più alta rispetto al centro tradizionale della racchetta.
La nuova tecnologia FSI quindi, presenta uno schema di incordatura più fitto nello sweetspot e un sistema Woofer per consentire un maggiore controllo ad ogni impatto con la palla e più comfort ad ogni colpo.
Il design mantiene il classico blu e nero che è l'identità iconica della Pure Drive rinnovato con un tocco di bianco che mette in risalto l'aspetto elegante della racchetta.
Resta immutata la sezione elittica del telaio che offre resistenza alla torsione e alla flessione per una potenza ottimizzata. L'upgrade del sistema Cortex, filtra fin dal manico tutte le vibrazioni dannose rendendo unica la sensazione di fluidità dei colpi.
Questa versione Lite è alleggerita di 30 grammi rispetto alla sorella maggiore, un piacevole compromesso per quanti ricercano una attrezzo leggero che non affatichi le articolazioni nemmeno dopo ore ed ore di utilizzo in campo, senza dover rinunciare alla potenza.
Head size: 100”
Peso: 270 grammi
Lunghezza: 27
Bilanciamento: 330 millimetri
Profilo: 23-26-23 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 23-27 kg
Corde consigliate: Xcel/Rpm Team

Babolat Pure Drive Tour
La nuova Pure Drive Tour 2015 va a sostituire la versione Roddick e lo fa alla grande portando con sé l'ultima innovativa tecnologia di Babolat:FSI ( Frame String Interaction).
L'azienda francese ha ridefinito lo Sweetspot, la zona d'impatto leggermente più alta rispetto al centro tradizionale della racchetta. Concepita partendo da questo nuovo punto d'impatto, la tecnologia FSI presenta uno schema di incordatura più fitto nello sweetspot e un sistema Woofer per consentire un maggiore controllo ad ogni impatto con la palla e più comfort ad ogni colpo.
Il giocatore così può controllare al meglio una maggiore profondità di palla e la potenza.
Anche il look è stato rinnovato, arrichitasi di un tocco di bianco che le dona più luce ed eleganza. Resta immutata la sezione elittica del telaio che offre resistenza alla torsione e alla flessione per una potenza ottimizzata. L'upgrade del sistema Cortex, filtra fin dal manico tutte le vibrazioni dannose rendendo unica la sensazione di fluidità dei colpi.
La Pure Drive Tour è la scelta ideale per tennisti avanzati e professionisti che prediligono il gioco da fondo campo con sporadiche discese a rete.
Head size: 100”
Peso: 315 grammi
Lunghezza: 27
Bilanciamento: 315 millimetri
Profilo: 23-26-23 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 23-27 kg
Corde consigliate: Xcel/Rpm Blast

Babolat Pure Drive Tour Plus
La nuova Pure Drive Tour 2015 va a sostituire la versione Roddik e lo fa alla grande portando con sé l'ultima innovativa tecnologia di Babolat FSI ( Frame String Interaction).
L'azienda francese ha ridefinito lo Sweetspot, la zona d'impatto leggermente più alta rispetto al centro tradizionale della racchetta. Concepita partendo da questo nuovo punto d'impatto, la tecnologia FSI presenta uno schema di incordatura più fitto nello sweetspot e un sistema Woofer per consentire un maggiore controllo ad ogni impatto con la palla e più comfort ad ogni colpo.
Il giocatore così può controllare al meglio una maggiore profondità di palla e la potenza.
Anche il look è stato rinnovato, arrichitasi di un tocco di bianco che le dona più luce ed eleganza.
Resta immutata la sezione elittica del telaio che offre resistenza alla torsione e alla flessione per una potenza ottimizzata. L'upgrade del sistema Cortex, filtra fin dal manico tutte le vibrazioni dannose rendendo unica la sensazione di fluidità dei colpi.
La Versione Plus è più lunga circa 1,5 cm, ciò genera una maggiore leva che garantisce colpi più potenti. Di contro si ha una minima perdità di maneggevolezza, che si riesce bene a controllare dopo un breve periodo di utilizzo della racchetta.
La Pure Drive Tour Plus è la scelta ideale per tennisti avanzati e professionisti che prediligono il gioco da fondo campo con sporadiche discese a rete.
Head size: 100”
Peso: 315 grammi
Lunghezza: 27.6
Bilanciamento: 315 millimetri
Profilo: 23-26-23 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 23-27 kg
Corde consigliate: Xcel/Rpm Blast

Babolat Pure Drive 107
Maggiore potenza con la nuova Babolat Pure Drive 107, ma soprattutto miglior gestione della potenza grazie alla nuova tecnologia FSI (Frame String Interaction).
L'azienda francese infatti ha ridefinito lo Sweetspot, la zona d'impatto leggermente più alta rispetto al centro tradizionale della racchetta. Concepita partendo da questo nuovo punto d'impatto, la tecnologia FSI presenta uno schema di incordatura più fitto nello sweetspot e un sistema Woofer per consentire un maggiore controllo ad ogni impatto con la palla e più comfort ad ogni colpo.
Il design mantiene il classico blu e nero che è l'identità iconica della Pure Drive rinnovato con un tocco di bianco che mette in risalto l'aspetto elegante della racchetta. Resta immutata la sezione elittica del telaio che offre resistenza alla torsione e alla flessione per una potenza ottimizzata.
L'upgrade del sistema Cortex, filtra fin dal manico tutte le vibrazioni dannose rendendo unica la sensazione di fluidità dei colpi. Il giocatore così può controllare al meglio una maggiore profondità di palla e la potenza. l piatto corde da 107 pollici spinge poderosamente la palla mentre il peso contenuto favorisce la manovrabilità, così da farne un attrezzo potente e tollerante, adatto a tutti, anche ai poco più che principianti.
La versione 107 è più lunga circa 0,5 cm.
Head size: 107”
Peso: 280 grammi
Lunghezza: 27.2
Bilanciamento: 330 millimetri
Profilo: 23-26-23 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 23-27 kg
Corde consigliate: Xcel/VS

Babolat Pure Drive 110
La nuova gamma Pure Drive si arricchisce di questa nuova racchetta dall’ovale oversize. Per giocatori che ricercano prestazioni, leggerezza e comfort.
La Babolat Pure Drive 110 beneficia dell'ultima innovativa tecnologia FSI (Frame String Interaction), un nuovo schema di incordature più ristretto, associato ad un sistema Woofer ottimizzato, permette un migliore controllo ad ogni colpo. Il giocatore può così controllare al meglio una maggiore profondità di palla e la potenza.
Il design è quello classico blu e nero che è l'identità iconica della Pure Drive rinnovato con un tocco di bianco che mette in risalto l'aspetto elegante della racchetta.
Il telaio ha la sezione elittica che offre resistenza alla torsione e alla flessione per una potenza ottimizzata. L'upgrade del sistema Cortex, filtra fin dal manico tutte le vibrazioni dannose rendendo unica la sensazione di fluidità dei colpi.
La potenza si combina con il comfort in questa racchetta veramente impressionante.
La Versione 110 è più lunga circa 1,5 cm, ciò genera una maggiore leva che garantisce colpi più potenti. Di contro si ha una minima perdità di maneggevolezza, che si riesce bene a controllare dopo un breve periodo di utilizzo della racchetta.
Head size: 110”
Peso: 265 grammi
Lunghezza: 27.6
Bilanciamento: 345 millimetri
Profilo: 23-26-23 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 23-27 kg
Corde consigliate: Xcel/VS

venerdì 20 marzo 2015

Racchetta Babolat Play AeroPro Drive 2015

Babolat Play AeroPro Drive
Ora anche la racchetta del campione Rafael Nadal è collegata con la tecnologia Play.
Babolat Play AeroPro Drive, ti permetterà di vivere un'esperienza unica, basata sui progressi, il divertimento e la condivisione, senza alterare le sensazioni di gioco.
La Babolat Play, tramite dei sensori inseriti nel manico, ti darà accesso a molte informazioni: potenza, punto d'impatto della palla, tipo e numero di colpi (dritto, rovescio, servizio, smash) e a molto altro ancora. Potrai cambiare il tuo gioco, spingere i limiti, seguire i tuoi progressi, condividere e confrontare i tuoi dati con altri giocatori attraverso la community Babolat Play.
Le specifiche della Play sono uguali a quella della AeroPro Drive standard, la sfida di Babolat è stata quella di integrare i sensori nel manico della racchetta senza modificarne la sua giocabilità e il feeling. Il design integra 2 bottoni nel fondello e una porta USB senza cambiare assolutamente la performance della racchetta.
I dati vengono trasmessi mediante connessione Bluetooth su uno smartphone o via cavo USB su computer o tablet. Babolat ha inventato la racchetta del futuro per aiutare tutti i giocatori di tennis a progredire e nello stesso tempo divertirsi.
Una racchetta perfetta per giocatori di ogni livello, approvata dalla FIT e può essere utilizzata durante le competizioni.
Head size: 100”
Peso: 300 grammi
Lunghezza: 27
Bilanciamento: 320 millimetri
Profilo: 23-26-23 millimetri
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 25-28 kg
Corde consigliate: Xcel/Rpm Team

domenica 8 marzo 2015

Racchette Wilson Blade 2015

Wilson Blade 98 (18x20)
La nuova Wilson Blade 98 si presenta con un nuovo design vivace e aggressivo.
Progettata per i giocatori più avanzati che prediligono una racchetta che massimizza il controllo e gli effetti per un gioco aggressivo e moderno.
Dotata di tecnologia Amplifeel che incrementa il feeling e le performance a partire dall'impugnatura. Il profilo stretto regala a questo telaio un tocco ed una sensibiltà incredibile mentre il peso contenuto la rende molto maneggevole per colpi potenti e controllo in ogni parte del campo.
L'incrementato feeling elimina le fastidiose vibrazioni, invece l'aggiunta del basalto si sente in campo, la maggiore rigidità fa uscire più velocemente la palla dal piatto corde dando la sensazione di uno sweetspot molto generoso.
La versione 18x20 fornirà ai giocatori un schema corde denso per sottolineare e massimizzare il controllo su ogni colpo.
Head size: 98”
Peso: 304 grammi
Lunghezza: 27
Bilanciamento: 325 millimetri
Profilo: 20.6
Schema corde: 18x20
Tensione consigliata: 22-26 kg

Wilson Blade 98 S (18x16)
Wilson aggiorna uno dei suoi modelli di punta con ancora maggior spin e sensazioni.
La nuova Wilson Blade 98S si presenta con un design più vivace e garantisce più leggerezza e potenza.
Una racchetta destinata al gioco moderno, offensivo e controllato, grazie alla tecnologia Wilson Spin Effect, il primo sistema che permette ai giocatori di incrementare fino a 200 rotazioni su ogni colpo senza dover cambiare lo swing.
Il nuovo sistema di incordatura (18x16) infatti, combinato con il peso più leggero, genera rotazioni di palla ed effetti senza precedenti. Offrendo 3.3 volte più movimento di corda, con uno snapback (il ritorno della corda alla sua posizione originale dopo la deflessione data dall'impatto con la pallina) più veloce del 69% fornisce fino al 10% in più di spin.
Realizzata con basalto nella composizione, è dotata di tecnologia Amplifeel che dona un impatto pulito senza vibrazioni, aumenta il feel e offre una potenza maggiore.
Tennisti di livello avanzato troveranno in lei maneggevolezza e ottime capacità di spin.
Head size: 98”
Peso: 294 grammi
Lunghezza: 27
Bilanciamento: 330 millimetri
Profilo: 20.6
Schema corde: 18x16
Tensione consigliata: 23-26 kg
Corde consigliate: Spin: Revolve; Durata: Luxilon 4G; Feel: Hybrids

Wilson Blade Lite 101
Leggera e molto precisa, racchetta comfortevole e potente.
La più leggera della linea Blade si presenta con un nuovo look rinnovato, vivace ed agressivo.
Eccezionale da fondo campo, si maneggia con facilità offrendo colpi sempre ben assestati, grazie anche al piatto corde generoso con schema 16x20, garantendo anche un'ottima propensione allo spin.
Una racchetta alla portata di tutti, che consente anche a giocatori di livello medio di godere di un attrezzo potente e molto versatile.
Head size: 101”
Peso: 274 grammi
Lunghezza: 27
Bilanciamento: 330 millimetri
Profilo: 23
Schema corde: 16x20
Tensione consigliata: 22-26 kg

venerdì 13 febbraio 2015

Il tennis e la preparazione fisica

Che facciate tennis a livello agonistico o amatoriale, per poter giocare al meglio non dovrebbe mai mancare una buona preparazione fisica. Questa è complementare al tennis ed è utile a qualsiasi età e a ogni livello di gioco, soprattutto per evitare gli infortuni.
Gli esercizi fisici atti a ottenere una buona forma fisica complementare al tennis possono essere svolti tranquillamente all’interno del circolo, sul campo da tennis, nella zona adiacente i campi e all’interno della palestra.
Gli obiettivi principali della preparazione fisica sono aumentare la resistenza, la rapidità, la forza e la flessibilità.
Il miglioramento della resistenza aerobica è solitamente ottenuto con esercizi di corsa (il classico giro del campi), inizialmente per 20-30 minuti fino ad arrivare a 50-60 minuti alternando tratti a velocità costante e allunghi di 50-60 metri. In alternativa  si possono percorrere 30-40 chilometri in bicicletta. Questo esercizio andrebbe ripetuto almeno due volte a settimana.
Per allenare la capacità di spostamento in campo esistono esercizi specifici (footwork), una serie di spostamenti veloci in campo da effettuarsi variando la tecnica di corsa e il più veloce possibile: avanti, laterale, con incrocio dei passi, a zig-zag, in avanti-indietro. Il gioco di piedi va allenato almeno  una volta a settimana.
Per migliorare la forza e la flessibilità si dovrà ricorrere alla palestra e a qualche suo attrezzo. Un buon esercizio per migliorare la forza è quello da eseguire con la macchina dei cavi incrociati. Per rafforzare gli addominali si può ricorrere agli esercizi eseguiti con l’ausilio della palla medica. Importante terminare la sessione di allenamento con qualche minuto di stretching posturale curando la respirazione.

Preparazione atletica: gli esercizi per allenare la velocità di piedi

martedì 6 gennaio 2015

Racchette Wilson Pro Staff 2015

Ecco la nuova versione dell'attrezzo usato dal campione Roger Federer.

Wilson Pro Staff 97 RF
La Wilson Pro Staff 97 RF è il risultato della collaborazione tra Roger Federer e la Wilson. Quella di quest'anno presenta uno sweet spot più ampio e maggior potenza rispetto alle racchette usate in precedenza.
Ovale da 97 pollici, peso 340 grammi, bilanciamento collocato verso il manico per rendere la racchetta più incline alla spinta.
Telaio in graphite e kevlar, restano invariati lo schema corde 16x19 ed il profilo contenuto ed uniforme: 21.5 mm. La sua forma è leggermentte più arrotondata e larga rispetto alle versioni degli anni passati, per generare maggiore potenza e comfort.
Anche il look ha subito una trasformazione, telaio rosso/nero con qualche inserto bianco e le iniziali del campione, nonchè autografata da Roger.
Head size: 97''
Peso: 340 grammi
Lunghezza: 27
Bilanciamento: 305 millimetri
Profilo: 21,5
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 23-27 kg
Corde consigliate: Wilson champions's choice duo

Wilson Pro Staff 97
La Wilson Pro Staff 97 ricalca in tutto e per tutto il modello di Roger Federer con variazioni solo nel peso (che scende fino a 315 grammi) e nel bilanciamento che si sposta appena più verso il cuore del telaio pur restando leggero in testa.
Telaio in graphite e kevlar, schema corde 16x19 e profilo basso ed uniforme: 21.5mm.
L'ovale da 97 pollici regala maggior energia nei colpi e comfort.
Wilson ha realizzato questo attrezzo per chi vuole provare la racchetta del campione svizzero in una versione più leggera.
Maneggevole e veloce soddisferà le esigenze di giocatori di livello medio avanzato alla ricerca di precisione e scatto nei colpi.
Head size: 97''
Peso: 315 grammi
Lunghezza: 27
Bilanciamento: 310 millimetri
Profilo: 21,5
Schema corde: 16x19
Tensione consigliata: 23-27 kg

Wilson Pro Staff 95 S
Le prestazioni classiche della Pro Staff combinate con la tecnologia Spin Effect danno vita ad una racchetta che consente ottimi effetti, potenza e controllo.
Nuovo look per la Wilson Pro Staff 95 S che ricalca i colori della nuova gamma 2015, telaio rosso/nero, con qualche inserto bianco e manico color cuoio.
Lo schema corde 16x15, aiuta soprattutto a creare maggiore rotazioni nei colpi, fino ad ottenere 200 rotazioni su ogni colpo senza dover cambiare lo swing, grazie al maggior movimento di corde.
Dotata di una struttura intrecciata Graphite/Kevlar migliora ulteriormente il feeling ed il controllo.
La nuova 95 S offre colpi potenti ed offensivi da qualunque parte del campo, senza togliere nulla al comfort.
Adatta anche ai tennisti meno esperto, offre potenza, precisione ed effetti.
Head size: 95''
Peso: 313 grammi
Lunghezza: 27
Bilanciamento: 310 millimetri
Profilo: 18
Schema corde: 16x15

Wilson Pro Staff 97 LS
La Wilson ProStaff 97LS è la più potente e leggera della nuova gamma Pro Staff, dotata della tecnologia Spin Effect è la scelta ideale per tennisti alla ricerca di potenza e spin in ogni colpo.
Della racchetta di Federer mantiene i colori, le dimensioni del piatto corde e la lunghezza. Pesa soli 290 grammi, bilanciamento spostato verso la testa e spessore più ampio (23mm).
Grazie allo schema corde aperto genera colpi potenti ed effetti, leggera e maneggevole ti offrirà un gioco veloce e dinamico, senza perdere in controllo.
Head size: 97''
Peso: 290 grammi
Lunghezza: 27
Bilanciamento: 325 millimetri
Profilo: 37
Schema corde: 18x16
Tensione consigliata: 23-27